MENU
La paura di volare (Aerofobia)
ARTICOLI E APPROFONDIMENTI PSICOLOGIA CLINICA E PSICOTERAPIA  /  LA PAURA DI VOLARE (AEROFOBIA)

La paura di volare (Aerofobia) | Dr. Roberto Gava

"Guarda la paura in faccia e questa cesserà di turbarti" (Sri Yukteswar)
La paura di volare (anche nota come aerofobia o, più raramente, come aviofobia) è una delle fobie più comuni dei giorni nostri.
Questa fobia rientra nella grande famiglia dei disturbi d’ansia proprio perché l'ansia è l'emozione che più frequentemente viene avvertita.
Nonostante l'aereo sia il mezzo di trasporto più sicuro al mondo, la paura di volare è una fobia molto diffusa: in Italia e, tendenzialmente, nel resto del mondo, la parte di popolazione che vive l’aereo con più o meno disagio si aggira attorno al 50%.
I sintomi dell’aerofobia sono quelli tipici delle crisi d’ansia e comprendono tachicardia, aumento della sudorazione, respirazione affannosa, sensazione di mancanza d’aria, aumento della diuresi, tensione e dolori muscolari, sensazione d’inquietudine, fantasie catastrofiche, paura di morire o di perdere il controllo.
Potrebbe interessarti anche
Le fobie
Le fobie
Monday, November 12, 2018
Ansia e attacchi di panico
Ansia e attacchi di panico
Monday, November 12, 2018
Il disturbo d'ansia generalizzato
Il disturbo d'ansia generalizzato
Monday, November 12, 2018
Ossessioni e compulsioni
Ossessioni e compulsioni
Monday, November 12, 2018
I sintomi si presentano in maniera più intensa prima dell’imbarco ed in alcune fasi particolari del volo vissute come “più problematiche” come il decollo, l’atterraggio o in caso di turbolenze, temporali o forte vento. Tutte le fasi del volo possono, comunque, essere vissute con ansia.
Il pensiero ricorrente che riferisce la maggior parte delle persone che soffre di questo tipo di paura è l’inevitabilità della morte in caso di incidente che si accompagna alla consapevolezza di essere impotenti di fronte al corso degli eventi.
La reazione comune di un aerofobico è evitare di volare il più possibile. Ci sono molte persone celebri che fanno di tutto pur di organizzare la loro vita personale e lavorativa in modo da poter evitare di volare.
Secondo alcuni autorevoli testi di tecnica aeronautica, il calabrone non può volare a causa della forma e del peso del proprio corpo in rapporto alla superficie alare; ma il calabrone non lo sa e perciò continua a volare

- Igor Sikorsky
La paura di volare può, in alcuni casi, essere l’espressione indiretta di altre fobie e alcune persone possono averne un mix di diversi tipi. Ci si riferisce, ad esempio, alla claustrofobia (la fobia degli spazi chiusi), all'acrofobia (la fobia delle “altezze”), al timore legato all'idea di non avere la situazione sotto controllo (paura di perdere il controllo), alla paura di attacchi terroristici, alla paura di sentirsi male in pubblico o di avere un attacco di panico.
Questa fobia, limitando le capacità di viaggiare, interferisce con le attività lavorative e di svago. Fortunatamente, questo disturbo può essere affrontato e superato attraverso un percorso di psicoterapia volto alla risoluzione della condizione di disagio. La finalità generale del trattamento è quella di mettere la persona nelle condizioni di sperimentare un cambiamento, di mettere alla prova nuovi comportamenti, nuovi modi di guardare al problema. Per raggiungere tale obiettivo la terapia può prevedere l’utilizzo di tecniche psicologiche specifiche quali l’esposizione, il rilassamento e il controllo della respirazione.
Potrebbe interessarti anche
Timidezza e fobia sociale
Timidezza e fobia sociale
Monday, November 12, 2018
Il disturbo d'ansia generalizzato
Il disturbo d'ansia generalizzato
Monday, November 12, 2018
Ossessioni e compulsioni
Ossessioni e compulsioni
Monday, November 12, 2018
Le fobie
Le fobie
Monday, November 12, 2018
Contatti
Tel.: 348 438 5118

E-mail: robertogava@email.it
Dove sono
Padova - Via Domenico Turazza n° 48/O
Roberto Gava - Psicologo Psicoterapeuta a Padova  |  Tel.: 348 438 5118  |  E-mail: robertogava@email.it